fbpx

La Nostra Storia: Olio Extravergine d’Oliva

Squillani paese natale di Zi Ngiulill Riserva Masillo nasce dalla volontà dei fratelli Formato, Fabio, Paolo ed Annalisa di realizzare il sogno del nonno, Angelo Pallotta detto o’Masillo, contranome con cui era conosciuto nel paese di Squillani di Roccabascerana (AV).
Riserva Masillo – Squillani di Roccabascerana

Riserva Masillo nasce dalla volontà dei fratelli Formato, Fabio, Paolo ed Annalisa di realizzare il sogno del nonno, Angelo Pallotta detto o’ Masillo, contranome con cui era conosciuto nel paese di Squillani di Roccabascerana (AV).

L’avo, infatti, agricoltore sin da bambino comincia ad impiantare un uliveto nei terreni di famiglia, ma la chiamata alle armi nel corso della seconda guerra mondiale interrompe ogni ambizione. Il conflitto mondiale lo porta prima in Libia e poi, fatto prigioniero dagli alleati, passando per Bangalore (India), giunge in Australia dove lavora in una farm fino al 1947, quando il governo italiano lo riporta a casa. Zi Ngiulill o’ Masill, dopo essere sbarcato nel porto di Napoli, giunge nella sua Squillani nel Febbraio del 1947 accolto da una fitta nevicata e dall’affetto dei suoi familiari ed amici. Da questo momento si dedica esclusivamente alla cura della famiglia, composta dalla moglie Elisa Orlandina e dalla figlia Mariagiovanna, e di quella terra che nel periodo della prigionia temeva di non rivedere più.

La realizzazione di quel sogno avviato da giovane non trova compimento, anche perché negli anni del dopoguerra quasi tutti i suoi fratelli e la madre emigrano in Australia, ma allo steso tempo non è mai sopito e viene costantemente manifestato ai suoi familiari, tra cui i suoi nipoti.

Muore nell’anno 2000, all’età di 81 anni, portando con sé quel sogno di vedere le sue terre ricoperte da un uliveto, disteso sulle colline della Valle Caudina tra i monti del Partenio ed il monte Taburno, luoghi incontaminati e d’ispirazione anche per Antonio Vian autore della celebre canzone “A Luna Rossa”.

riserva-masillo-chi-siamo

Oggi i tre eredi testimoni di quel sogno, e fortemente legati alla terra a cui il nonno ha dedicato tutta la vita, hanno deciso di realizzarlo dando vita ad un uliveto di circa 500 piante di diverse qualità e provenienza, che si aggiungono alle circa 150 piante secolari già esistenti, di cui la più vecchia può essere datata all’incirca nel 1700, per realizzare un olio blend di gusto e qualità eccellenti, esclusivamente naturale.

Riserva Masillo non è più un sogno. È realtà!

Torna su